copertina-6

“Maria Grazia Pani , voce nobile e amorosa”
(Livio Costarella su La Gazzetta del Mezzogiorno, maggio 2013)

E’ titolare della Cattedra di Canto presso il Conservatorio “N.Rota” di Monopoli.

Docente stimata , la sua eccellenza è riconosciuta a livello internazionale.

I suoi allievi, Italiani, Coreani, Cinesi, Tedeschi,  hanno conquistato il podio in Concorsi Internazionali e  alcuni di loro calcano i palcoscenici più importanti d’Europa, altri si sono affermati brillantemente nella didattica del canto.

Negli anni giovanili i suoi studi umanistici , si sposano  con gli studi teatrali e musicali.

Dopo la maturità classica frequenta la Facoltà di Lettere e Filosofia e collabora con “La Gazzetta del Mezzogiorno” in qualità di critico musicale.

Avviata allo studio del Belcanto dal soprano Hagint Vartanian, si diploma  in canto lirico con il massimo dei voti, lode e menzione d’onore presso il Conservatorio “N.Piccinni” di Bari con  E. Dundekova, perfezionandosi successivamente  con Claude Thiolas, Leone Magiera, Raina Kabaivanska, Paolo Washington e con Amelia Felle per la musica vocale da camera.

Successivamente  approfondisce il repertorio tedesco con Alessandra Althoff e  partecipa ad un Master presso

Internationale Sommerakademie Universitat del Mozarteum di Salisburgo.

La sua carriera inizia giovanissima  col debutto al Festival della Valle d’Itria nella Medea di Cherubini: seguono poi i ruoli di Mimì e di Musetta, Fiordiligi e Tosca, Violetta , e il ruolo di Madama Butterfly al Teatro di Chiavari nel 2011.

Nel 2010 debutta con  successo il ruolo di Aida di Verdi nel Castello Sforzesco di Milano (dir. P. Gelmini) e quello di Maddalena in Andrea Chenier a Parma.

Nel 2003  in Vaticano alla presenza di Sua Santità Giovanni Paolo II interpreta l’Ave Maria di Miserachs  nella Sala Nervi  e nella Basilica di San Pietro: concerti trasmessi dalle principali emittenti televisive .

Unica italiana Finalista al  5° Concorso internazionale per Voci Wagneriane 2006  di Bayreuth , si è esibita  al Teatro Malibran e al Teatro La Fenice di Venezia con l’Orchestra diretta dal M.° U. Meier ed è invitata dall’Associazione Richard Wagner di Venezia a tenere un recital wagneriano a Palazzo Vendramin Calergi.

Si specializza nel repertorio wagneriano e nel 2008 tiene un Recital per la Fondazione Teatro Petruzzelli nel quale interpreta i Wesendonck Lieder e arie tratte  da Tristan und Isolde, Lohengrin e Tannhauser che esegue anche con l’Orchestra Sinfonica della provincia di Bari.

Nel 2013 incide, insieme alla sorella, la pianista Elisabetta Pani, il Cd “Wagner versus Verdi” edito da Kikko Music Milano che viene presentato in molte città italiane nell’ambito del tour dello spettacolo “Verdi e Wagner. Amori e Splendori”. Il Cd ha ottenuto ottimi riscontri e lusinghiere recensioni.

Ha lavorato, tra gli altri, con Patrick Fournillier, Stefan Anton Reck, Pier Luigi Pizzi, Federico Tiezzi, Walter Pagliaro, Massimo Gasparon, Lucia Valentini Terrani, Nicola Martinucci, Giuseppe Altomare, Gianluca Zampieri, Filippo Bressan.


Nel 2007  è protagonista su “RAI DUE” per  “Palcoscenico” dalla Sala Maffeiana dell’Accademia Filarmonica di Verona  con  I Virtuosi Italiani (dir. F.M.Bressan).

Nel 2008   è invitata a cantare nel Teatro Petruzzelli : è la prima voce a risuonare nel Teatro ricostruito e partecipa al   film sul Teatro Petruzzelli   (Istituto Luce).

Per la Fondazione Teatro Petruzzelli  debutta in  Die Walkure di Wagner  (dir. S.A. Reck, regia W. Pagliaro) e nel 2011 debutta con successo il ruolo di Gutrune nel Gotterdammerung di Wagner  (dir. Anton Reck, Regia Walter Pagliaro)   E’ applaudita al Festival della Valle d’Itria 2011 come protagonista dell’opera “Der Diktator” di E.Krenek .

Si specializza inoltre nel repertorio sacro e incide la Petite Messe Solennele di Rossini, lo Stabat Mater di Pergolesi, la Messa di Gloria di Rossini e altre composizioni sacre del 700 di autori pugliesi, anche in prima esecuzione assoluta.

2006  Requiem di Mozart diretto da L.Bacalov; “Stabat Mater” di Pergolesi con l’Orchestra da Camera di Siena

2oo7:Oratorio “Jezu ufam Tobie” di Marco Frisina nelle Cattedrali di Puglia.

Festival della Valle d’Itria: “Medèe” di Cherubini (dir.Fournillier ); “La Grande Duchesse de Gerolstein” di Offenbach (con L.V. Terrani, r.Pizzi ).

Teatri di Puglia: “Egmont” di Beethoven, “Andrea Chenier” di Giordano(con N.Martinucci) “Carmen” di Bizet (dir.Balderi) ; “Così fan tutte” di Mozart.

Stagioni Teatro Petruzzelli: “La Boheme” di Puccini (dir. Franci) e “I due timidi” di N.Rota (regia Gregoretti).

Debutta con successo il ruolo di Elena nell’opera “Paride ed Elena” di Gluck al Teatro Politeama di Prato (dir. F. M.Bressan) .

Nel 2004 tiene un recital, con la sorella la pianista Elisabetta Pani, all’interno del cantiere del Teatro Petruzzelli nell’ambito di un  evento trasmesso in diretta dalla emittente  Telenorba.

2006 a Venezia:  successo per il “Recital Wagner” (Ass. R.Wagner di Venezia)  a Palazzo Vendramin Calergi.

Affianca all’attività di cantante quella di autrice e regista. Nel 2001 ha ideato TeatrOpera, un  format di sperimentazione e ricerca sull’opera lirica che si è concretizzato in spettacoli di successo  come “La traviata allo specchio”  e  “Otello, il sinistro incanto”, rappresentati  nella Stagione lirica del Teatro Petruzzelli nel 2003/2004.

Ha scritto e rappresentato spettacoli monografici dedicati al compositore pugliese Niccolò Piccinni, a Giuseppe Verdi, a Giacomo Puccini, a Richard Wagner.

Questi spettacoli sono raccolti e pubblicati nel libro  “TeatrOpera. Esperimenti scenici” uscito nel febbraio 2015 per Florestano Edizioni che ha ottenuto lusinghiere recensioni e  ha riscosso un successo entusiasta durante le molte presentazioni che si sono tenute in tutta la Puglia.

Tra il 2015 e il 2016 il tour dello spettacolo Mi chiamano Frou Frou, di cui è autrice, regista e interprete, viene applaudito in numerosi Teatri del circuito Teatro Pubblico Pubblico Pugliese, nonché al Teatro Abeliano di Bari e al Teatro Mercadante di Altamura.

Sensibile alle potenzialità dei giovani e dei nuovi talenti ha coinvolto spesso nei suoi spettacoli giovani emergenti pugliesi e non che si sono poi affermati a livello internazionale.

Ha ideato la Rassegna di Musica Sacra “In Nomine Domini” realizzata presso la Basilica di San Nicola nel 2009 con il Dramma sacro “Emmanuel” in Prima Nazionale firmato dalla stessa Pani ispirato a un racconto di Padre Bova sulle musiche commissionate al compositore Matteo Sartini e con un testo teatrale dedicato agli ultimi giorni di vita di Mozart “Il Mistero del Requiem” su musica estratte dal Requiem e dal Don Giovanni.

Nel 2016 per la  Fondazione Teatro Petruzzelli di Bari firma  il libretto e la regia di una nuova opera, Cenerentola, con la musica di Cristian Carrara. Cenerentola, opera in un atto, debutta in Prima esecuzione assoluta sul palcoscenico del Teatro Petruzzelli di Bari il 29 settembre 2016,   con un successo strepitoso e unanime di pubblico e di critica. Le repliche di Cenerentola hanno registrato  18.000 spettatori .